IL PROGETTO


1 Cosa vogliamo fare

L'idea è la creazione di un'Associazione Sportiva Dilettantistica che sia attività in prima istanza nel mondo del calcio femminile con un forte orientamento al mondo giovanile.

Il progetto poggia sul principio che lo sport è uno strumento per:

  • favorire la crescita;
  • contribuire all'integrazione;
  • preparare al mondo del lavoro;
  • instillare valori etici e morali.

 

2 Dove vogliamo arrivare

L'obiettivo a lungo termine è quello di creare una realtà polisportiva orientata al mondo femminile che, attraverso l'uso strumentale dello sport, consenta alle giovani atlete di realizzare un percorso formativo completo sia fisico che mentale. A regime si conta di avere almeno 30 iscritte.

Idealmente si vorrebbe contribuire a formare persone che sappiano cosa significa:

  • avere cura del proprio fisico;
  • una corretta alimentazione;
  • "avere rispetto degli altri";
  • lavorare in team sia esso una squadra o un'azienda;
  • avere una cultura; - cadere e trovare la forza di rialzarsi;
  • "colmare l'inesorabile minuto con un momento fatto di sessanta secondi".

Questi obiettivi saranno raggiunti di concerto con le famiglie con le quali vorremmo sottoscrivere formalmente un patto morale.

 

3 Chi siamo

Promotrice dell'iniziativa è Roberta Antignozzi. Calciatrice dall'età di sei anni, Roberta ha indossato svariate maglie vincendo con quella della Lazio uno scudetto Under 20 e uno in Serie A. In carriera è stata convocata nella rappresentativa Lombarda e in Nazionale Under 19. In campo come centrocampista centrale ha appreso l'abitudine a lottare e a sacrificarsi. Un atteggiamento che ha trasferito nella vita, accompagnato dalla convinzione che lo sport sia un'opportunità per formare il carattere e assimilare quei valori fondamentali. Per questa ragione da anni abbina all'agonismo il ruolo di allenatrice nel settore giovanile dell'Inter. Oggi si propone di realizzare una Associazione Sportiva innovativa nell'approccio allo sport giovanile.

 

4 La nostra "strada"

Per raggiungere gli "obiettivi ideali " alla base del progetto si vuole partire dalla seguente struttura.

  • Direzione generale e segreteria: deve gestire i rapporti con le famiglie, con terze parti (comune, stampa, federazione, regione), cercare sponsor, organizzare eventi, gestire i contenuti del sito internet, trovare partnership sportive e cambi merce. Gestire la parte economica
  • Tre dirigenti accompagnatori: gestione organizzativa spogliatoio, contatti ordinari con famiglie, convocazioni, supporto agli allenatori
  • Un medico o studio medico sportivo convenzionato: svolgimento visite mediche, riferimento per problemi fisici delle atlete, supporto nutrizionistico.
  • Un massaggiatore/fisioterapista convenzionato: gestione recupero fisico, supporto ad allenatori e staff medico.
  • Due allenatori.
  • Due vice allenatori.
  • Un preparatore dei portieri.

A questo staff si aggiungeranno, compatibilmente con la disponibilità di risorse, i seguenti collaboratori:

  • Psicologo dell'età evolutiva per supporto in caso di situazioni di disagio.
  • Docenti delle principali materie scolastiche per supporto allo studio dove necessario (l'andamento scolastico condizionerà la partecipazione alle gare, ma non agli allenamenti).
  • Formatori esperti in tematiche di sviluppo personale (life skill) come Team Building, Leadership e followership, etc.

Per il reclutamento delle atlete si procederà attraverso:

  • Contatti "ad personam";
  • Realizzazione di una serie di eventi aggregativi;
  • Promozione delle attività dell'ASD;
  • Realizzazione di un appropriato sito internet e di iniziativa sui Social Network;
  • Promozione presso la federazione dell'attività dell'Asd.

Il raggiungimento degli obiettivi è previsto alla fine del terzo anno completo di attività.

 

5 Altre cose che potremmo fare

Il progetto aspira, se le risorse lo consentiranno, ad allargare il suo respiro nei seguenti ambiti.

  • Trasformazione dell'Associazione da Sportiva a Polisportiva con l'estensione delle attività ad altre discipline;
  • Le notti in rosa…
  • Il Festival dello Sport…
  • La città delle donne…

 

6 Dove vorremmo "fare"

Il cuore delle attività sarà il Centro sportivo di Pero
Il progetto prevede la possibilità di trovare un accordo con un ente che gestisce una struttura di ospitalità e che si trova a pochi metri dal campo sportivo per attività proprie dell'associazione e lo svolgimento di manifestazioni di carattere sportivo e culturale.

 

7 Come potete contribuire

Come ASD tutti i fondi disponibili dipendono dalle iscrizioni delle atlete e da quanto gli associati versano spontaneamente.

L'Associazione è disponibile ad accettare sponsorizzazioni, anche con cambio merce se i beni sono attinenti con le sue attività.

In questo senso possiamo accettare sponsorizzazioni nelle seguenti forme:

  • Affiancamento nome sponsor a quello dell'associazione.
  • Apposizione logo su maglie e attrezzatura sportiva.
  • Presenza e stand e/o affissioni ad eventi speciali di cui ai paragrafi 4 e 5.
  • Sponsorizzazione o pubblicità tabellare in pubblicazioni (album figurine e annuario sociale).
  • Banner sito internet.
  • Attrezzature per allenamento (palloni/cinesini/coprimaglie/borracce ecc…)
  • Abbigliamento tecnico per le atlete (accappatoi, tute, calzettoni, pantaloncini)
  • Prodotti per il benessere personale (shampoo, balsamo, deodoranti)
  • Navetta per trasferta e accompagnamento atlete
  • Libri per biblioteca destinata al supporto allo studio (dizionari, postazione internet)
  • Sponsorizzazione per supporto formativo per staff tecnico (dirigenti e allenatori)

           o Corso base di psicologia per l'età evolutiva (cogliere i segni del disagio)
           o Corso psicologia per lo sport (come gestire al meglio le emozioni)
           o Team Building (lavorare insieme per obiettivi comuni)
           o Corso Scienza dell'alimentazione e nutrizione (prevenire i disagi alimentari)

  • Sponsorizzazione di supporto professionale (medicina dello sport, fisioterapia, sostegno allo studio ecc…)